MENU

La Fausto Coppi Officine Mattio

Si è svolta domenica 8 luglio la 31° edizione della granfondo Fausto Coppi, da quest’anno Fausto Coppi Officine Mattio, la manifestazione ormai internazionale che ogni anno porta sulle montagne di Cuneo migliaia di ciclisti da tutto il mondo.
Entrambi i percorsi di gara, il lungo con i suoi 177 km lineari e 4125 m verticali e il medio di 111 km e 2510 m, sono stati coronati dall’aspra ascesa al col Fauniera: 22km con pendenza media all’8% fino ai 2480m s.l.m. del passo, dove la scultura dedicata a Pantani ricorda le pagine del grande ciclismo scritte lungo queste strade.

Il col Fauniera, l’ascesa più alta della corsa

I protagonisti di domenica sono stati fra gli uomini Davide Busuito, che ha domato il percorso medio togliendo 8’ al record precedente, e Paolo Castelnovo, vincitore del percorso lungo. Fra le donne Annalisa Prato è stata profeta in patria, portando a casa il successo nel medio fondo come già fatto pochi giorni prima alla Maratona Dles Dolomites, il lungo è andato invece alla sua compagna di squadra, la coazzese Ilaria Veronese.
Degni di nota i due secondi posti raccolti dagli atleti Vigor, Ricardo Pichetta nel lungo e il biatleta Pietro Dutto nel medio, mentre Anna Maria Nunia è riuscita a chiudere il lungo donne in 5° posizione.
Se gli atleti OM si sono messi in mostra durante la competizione, prima e dopo la corsa il progetto Officine Mattio, si è aperto agli appassionati con uno stand nella piazza più celebre della città di Cuneo. Presso lo stand è stato possibile conoscere le biciclette OM, nonché tutte le persone credono e portano avanti con sempre maggior passione questo sogno made in Italy.

Il team Officine Mattio con al centro l’olimpionica di sci Marta Bassino

Come ci racconta Giovanni Monge Roffarello, ciò che ha legato Officine Mattio e La Fausto Coppi non è solo la passione per il ciclismo, ma anche la certezza che la bicicletta possa essere una risorsa importantissima per il nostro territorio. La Fausto Coppi non è dunque solo un’occasione per far conoscere le montagne di Cuneo a migliaia di appassionati, ma anche uno strumento per sensibilizzare il territorio stesso al potenziale di un settore turistico la cui crescita,  se si vuole essere fra i suoi protagonisti. va seguita e assecondata.

Forte di questi obiettivi, il connubio Fausto Coppi-Officine Mattio continuerà anche nell’edizione 2019, certi che la corsa possa diventare l’evento clou di un progetto più ampio dove le montagne siano al centro del nuovo turismo a due ruote.